CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

28 settembre 2015

Cessazione nelle more del procedimento cautelare della condotta contestata ed effetti sul periculum in mora

Nell’ambito di un procedimento cautelare, la dichiarazione di adempiere e/o la spontanea cessazione della condotta contestata dopo la proposizione del ricorso non fanno venire automaticamente meno il periculum in mora, ben potendo la parte all’esito del giudizio riprendere la condotta censurata, senza incorrere in alcuna sanzione. In presenza di tali condotte, pertanto, il giudice dovrà procedere ad una valutazione prognostica della persistenza del periculum in mora, che tenga conto delle peculiarità e delle specificità del caso concreto.

Laddove il giudice, all’esito di tale valutazione, ritenga venuto meno il requisito del periculm, ai fini della regolamentazione delle spese, essendo cessata la condotta contestata solo nelle more del giudizio, dovrà trovare applicazione il criterio della soccombenza virtuale.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/1mApEKR
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici