CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

20 luglio 2017

Inammissibilità della richiesta di revoca del liquidatore già deceduto da parte del P.M.

Il ricorso proposto dal P.M. ai sensi dell’art. 2487 co. 4 c.c. in sede di giurisdizione volontaria al fine di ottenere la revoca per giusta causa del liquidatore deceduto e la contestuale nomina di nuovo liquidatore è inammissibile sotto diversi profili. Anzitutto per il fatto che la disciplina ex art. 2487 co. 4 c.c. disegna, secondo l’orientamento preferibile, una legittimazione contenziosa dei vari soggetti ivi indicati, in quanto comportante l’accertamento di giusta causa per la cessazione dell’incarico liquidatorio, accertamento di per sé richiedente il dispiegarsi di contraddittorio pieno e suscettibile di passaggio in giudicato. Perciò non ammette l’instaurazione del giudizio nelle forme della giurisdizione volontaria con conversione del ricorso in atto introduttivo del procedimento contenzioso, essendo tale possibilità inconfigurabile a seguito dell’abrogazione del D.Lgs. n. 5/2003. In secondo luogo poiché non è configurabile la revoca di soggetto il cui incarico sia già cessato per morte.

Il rimedio, nel caso di specie e ogni qual volta cessi dalla carica il precedente liquidatore, così come per il caso di omessa convocazione o di mancata approvazione da parte dell’assemblea della nomina del liquidatore dopo l’accertamento dello stato di scioglimento dell’ente, consiste nella richiesta di nomina di liquidatore al Tribunale ai sensi dell’art. 2487 co. 2 c.c.. I soggetti legittimati a presentare tale richiesta sono singoli soci o amministratori ovvero i sindaci, ma non il P.M., il tutto nell’ambito di un procedimento di volontaria giurisdizione che, essendo volto a porre rimedio all’inerzia assembleare ed incidendo sulla posizione di tutti i soci, deve svolgersi nel contraddittorio dei soci stessi.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2gl6qsH
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici