CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

4 febbraio 2015

Industrial design, tutela autoriale di disegni bidimensionali e prova del carattere creativo dell’opera

La tutela autoriale in relazione a disegni bidimensionali non è riconducibile all’art. 2, n. 10, l.a., perché è disegno “industriale” solo quello che coniuga profili estetici a quelli funzionali, rinvenibili solo nelle opere tridimensionali, concetto disomogeneo rispetto a quello dell’arte applicata.

Il disegno bidimensionale in sé, a prescindere dalla sua destinazione industriale, genetica ovvero funzionale, trova tutela autoriale nel solo dettato di cui all’art. 2, n. 4, l. aut..

Il carattere creativo per accedere alla tutela autoriale viene inteso come apporto personale del singolo autore alla propria realizzazione, come sforzo espressivo qualificato che riflette il modo personale del designer di rappresentare fatti, idee, situazioni, sentimenti; tale profilo crea un legame inscindibile tra opera e suo autore tanto da giustificare una tutela temporale estesa. Per la prova del carattere creativo è richiesto anche un minimo e modesto apporto creativo, essendo sufficiente che l’autore – pur inserendosi in un genere assai diffuso – abbia organizzato in modo nuovo elementi già appartenenti al patrimonio culturale, come prodotto singolare dell’autore stesso; tuttavia, in assenza di allegazione circa lo specifico legame tra la singola realizzazione e il suo autore, l’onere della prova non può ritenersi assolto dal richiamo alla qualità dei materiali utilizzati o all’esposizione in musei di prodotti realizzati dall’autore, senza la prova che quelli esposti siano proprio gli specifici disegni di cui si chiede protezione (nel caso di specie, è stata ritenuta insufficiente la prova del carattere creativo di peculiari disegni riprodotti su tessuto, che si ripetono ciclicamente sulla stoffa, caratterizzati da motivi e accostamenti cromatici tipici della tradizione africana e normalmente realizzati su tessuti di altissima qualità attraverso particolari tecniche di colorazione).

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/29id0tJ
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici