CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

27 marzo 2014

Nullità del deposito in mala fede e requisito della novità

Non è sufficiente ad integrare mala fede nella registrazione di un segno distintivo la conoscenza da parte del richiedente del limitato uso da parte di altro soggetto, nei confronti del quale abbia anteriormente agito per far accertare la decadenza per non uso del medesimo segno distintivo, poi accertata con sentenza passata in giudicato. Il non-utilizzo che cagiona decadenza non può concretare al contempo una posizione pretensiva a tutela del soggetto decaduto, al fine di impedire agli altri di appropriarsi del segno stesso in quanto altrimenti animati da mala fede. Ciò significherebbe espropriare l’istituto della decadenza di uno degli effetti più tipici, ossia la libera riappropriabilità del marchio a favore dei terzi. La novità, ai sensi dell’art. 12, co. 2, c.p.i., non è esclusa da segni anteriori che, pur vitali alla data della registrazione, siano decaduti nel periodo intercorrente tra la registrazione e la domanda di nullità del marchio successivo.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/1riiau2
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici