CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

19 gennaio 2015

Sulla efficacia obbligatoria degli accordi tra le parti

La qualificazione di un documento recante un’intesa tra due o più parti come contratto preliminare, piuttosto che di minuta o semplice puntuazione, è demandato al giudice del merito che effettua la valutazione sulla base del comportamento delle parti. Si tratta, dunque, di valutare se a fronte “di un documento sottoscritto dalle parti che contiene la regolamentazione completa, nelle clausole essenziali ed accessorie, di un assetto di interessi negoziale” sia stata raggiunta “la prova contraria dell’effettiva volontà delle parti denotante il mancato raggiungimento di un accordo”.

Nell’interpretare un contratto si deve indagare quale sia stata la comune intenzione delle parti alla luce del loro comportamento complessivo anche posteriore alla conclusione del contratto, e dell’art. 1366 c.c., per cui il contratto deve essere interpretato secondo buona fede.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/1diyubj
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici