hai cercato articoli in
Art. 2462 c.c.
5 risultati
23 marzo 2017

E’ nulla la delibera che impone ai soci di s.r.l. obblighi patrimoniali ulteriori rispetto ai conferimenti

La delibera assembleare volta a imporre ai soci una partecipazione paritaria alla copertura delle perdite e alla concessione di garanzie in favore della società viola il principio costituivo delle società di capitali di limitazione della responsabilità [ LEGGI TUTTO ]

14 dicembre 2016

Rappresentanza legale e autonomia patrimoniale perfetta delle società di capitali

L’identità soggettiva del rappresentante legale di diverse società di capitali non è idonea di per sé a determinare l’insorgenza di un obbligo a carico di uno dei soggetti rappresentati, che non sia stato parte del contratto o che [ LEGGI TUTTO ]

12 dicembre 2016

Legittimità della modalità liquidatoria di assegnazione pro quota ai soci di lotti di terreno sociale previo versamento pro quota a copertura delle passività sociali

E’ insussistente il fumus relativo all’addebito di violazione della disciplina ex artt. 2491 e 2462 c.c. da parte del liquidatore che abbia disposto l’assegnazione pro quota ai soci di beni sociali a fronte del versamento pro quota da parte degli stessi soci di somme corrispondenti alle passività sociali. [ LEGGI TUTTO ]

3 luglio 2013

Contratto di cessione di quote di srl: efficacia della clausola contrattuale che libera il cedente

È valida ed efficace la clausola contenuta nel contratto di cessione di quote di srl che libera la parte cedente in ragione della conferma, da parte del cessionario, di aver proceduto ad adeguata verifica della situazione patrimoniale e contabile della società le cui quote procedeva ad acquistare. Tale liberazione non si estende agli eventuali garanti che avevano prestato fideiussione per le obbligazioni della società le qui quote hanno formato oggetto di cessione [ LEGGI TUTTO ]

17 dicembre 2012

Socio di s.r.l. e legittimazione ad agire per il risarcimento del danno subito dalla società

Il socio di s.r.l. non ha azione per il risarcimento del danno subito dalla società in conseguenza dello svolgimento di un incarico professionale da questa conferito, in ragione della distinta soggettività giuridica che va riconosciuta all’uno e all’altra.