19 Aprile 2013

Cessione di azioni contro la costituzione di rendita vitalizia e prova della simulazione

Ai fini dell’ammissibilità della prova per testi o presunzioni della simulazione non è sufficiente dedurre l’illiceità del contratto di donazione asseritamente dissimulato per violazione dei requisiti di forma (nella specie le parti avevano stipulato un contratto di cessione di azioni a fronte della costituzione di una rendita vitalizia per importo superiore al valore delle stesse azioni e il giudice ha negato che sia sufficiente la prova delle condizioni di favore dello scambio ai fini dell’ammissione della prova senza limiti della simulazione).

 

Per visualizzare la sentenza devi effettuare login

Paolo F. Mondini

Fondatore e Responsabile scientifico

Fondatore e responsabile scientifico del progetto di Giurisprudenza delle Imprese, il prof. Paolo Flavio Mondini è Associato di Diritto commerciale e bancario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza....(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code