17 settembre 2014

Collegamento funzionale: rapporto tra “contratto presupposto” e “contratto dipendente”

Anche in presenza di un collegamento negoziale in senso tecnico, i vari contratti collegati conservano la loro identità strutturale e la propria specifica disciplina.

 

Laddove il collegamento funzionale riguardi contratti stipulati tra parti diverse e il vincolo di interdipendenza sia voluto nell’interesse di uno solo dei contraenti, occorre non soltanto che dell’esistenza del “contratto presupposto” si faccia espressa menzione nel “contratto dipendente”, ma anche che, nel dettare il regolamento di interessi vincolante per le parti di quest’ultimo contratto, vengano specificatamente previsti e disciplinati gli effetti

riflessi delle diverse vicende ipotizzabili con riferimento al vincolo contrattuale presupposto (nel caso di specie, il Tribunale non ha ravvisato alcun vincolo di interdipendenza tra le prestazioni economiche di un contratto di appalto concluso tra il committente e un appaltatore da un lato e un contratto di fornitura stipulato tra lo stesso appaltatore e altra impresa dall’altro lato, con ciò rigettando la domanda dell’appaltatore che assumeva di non aver corrisposto quanto dovuto per la fornitura in quanto, a sua volta, non aveva ricevuto il corrispettivo dalla stazione appaltante).

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kG6ar7
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code