1 Febbraio 2018

Contratto di cessione di quote e inadempimento del contratto di non scarsa importanza ex art. 1455 c.c.

L’importanza dell’inadempimento ex art. 1455 c.c. si ispira a un principio di proporzionalità, adeguato alla buona fede contrattuale. Ne deriva che la gravità dell’inadempimento di una parte va stabilita in base alla sua rilevanza sull’economia del rapporto, avendo riguardo all’interesse dell’altra parte, alla volontà comune dei contraenti nonché all’esigenza di mantenere un equilibrio tra le prestazioni corrispettive.

L’omessa dichiarazione di obbligazioni nei confronti di terzi non costituisce grave inadempimento del contratto di cessione delle quote di una S.r.l. quando i debiti non dichiarati dal socio cedente sono di importo esiguo e sono stati dallo stesso rimborsati.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2Gtzk67
Avatar

Paola Merli

Praticante avvocato presso lo studio legale Bonelli Erede. Dottoranda all'Università degli Studi di Bergamo.(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code