Delibera di esclusione del socio e motivazione dell’opposizione

Nel giudizio di opposizione contro la delibera di esclusione del socio, il ricorrente ha l’onere di enunciare non solo l’oggetto, ma anche le ragioni di ciò che egli chiede. Nonostante la società (in qualità di parte che insta per la risoluzione del rapporto sociale) assuma, in sede processuale, soltanto formalmente la veste di parte convenuta, incombendo sulla stessa l’onere di provare i fatti posti a fondamento della deliberazione impugnata, l’atto introduttivo del ricorrente in opposizione a detta delibera non può essere privo delle ragioni che ne contestano la legittimità.

 

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kGdF1h
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code