19 Novembre 2019

Disconoscimento in giudizio di scrittura privata

In tema di disconoscimento in giudizio di una scrittura privata oggetto di verifica grafologica, il convenuto non ha l’onere tecnico di disconoscere una scrittura privata che non sia stata prodotta in giudizio contro di lui, ma che, al contrario, sia stata versata in fatti dal convenuto stesso; in tal caso, infatti, il convenuto, avendo contestato, nella comparsa di intervento, l’autenticità di una disdetta di un contratto generale di mandato e, in particolare, l’apocrifia della sottoscrizione ad esso attribuita nella suddetta scrittura privata, da lui stesso prodotta, risulta aver assolto ai requisiti richiesti dalla giurisprudenza, per cui è necessario e sufficiente che la parte interessata impugni chiaramente e formalmente l’autenticità della scrittura privata, nella sua interezza ovvero limitatamente alla sottoscrizione.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
https://bit.ly/3eehKoR
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code