22 Marzo 2017

Doveri dell’amministratore e obblighi di diligenza

Prima di procedere a una vendita rientrante nell’oggetto sociale della società amministrata, l’amministratore non può ritenersi obbligato a effettuare dettagliate ed approfondite indagini sulla situazione economica del cliente esaminandone i bilanci con l’ausilio di professionisti di fiducia (nella fattispecie, l’indagine pretesa dall’attrice non era limitata alla constatazione dell’esistenza di un utile o di una perdita di esercizio, ma era estesa alla valutazione del rapporto tra debiti e crediti esigibili entro l’anno successivo. Secondo un criterio di ordinaria diligenza non si può pretendere dall’amministratore che egli effettui indagini così approfondite su ogni cliente).

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2tVOREK
Avatar

Giovanni Battista Barillà

Professore Associato di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna, Avvocato in Bologna, è autore di articoli e monografie in materia di diritto commerciale...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code