28 Novembre 2017

Il difetto di interesse ad agire per la rettifica dei bilanci successivi a quello oggetto di impugnazione

L’instaurazione del contenzioso per la pronuncia di declaratoria di invalidità della delibera di esclusione, che tuttavia sia successivamente revocata, determina la cessazione della materia del contendere relativamente alla domanda in oggetto: la delibera successiva, infatti, costituisce un “evento sopravvenuto” idoneo a far venir meno, in termini oggettivi, la necessità di una pronuncia giudiziale sulle istanze di annullamento delle predette delibere di esclusione.
Deve ritenersi invalida la  delibera assembleare con la quale l’amministratore unico sia stato autorizzato preventivamente alla vendita del compendio immobiliare di proprietà sociale, qualora tale delibera consegua ad un punto dell’ordine del giorno genericamente rubricato “varie ed eventuali” e quindi non sia stata specificamente indicata e non presupponga preventiva ed adeguata informazione a riguardo.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
https://bit.ly/3xOQqYu

Pietro Acerbi

Avvocato del Foro di Milano, Master in Diritto societario presso Il Sole 24 ore - Milano, autore di diverse pubblicazioni in ambito giuridico (tra cui il Manuale delle società di capitali e cooperative - Dike...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code