17 Giugno 2019

Il recesso validamente esercitato non risente della successiva trasformazione della società

La comunicazione di recesso del socio è atto ricettizio che si perfeziona con la ricezione della dichiarazione da parte del destinatario, divenendo poi efficace alla scadenza del termine di preavviso ex art. 2285 c.c. Ne deriva che, se dopo l’invio di tale comunicazione da parte del socio recedente, sopravvenga una delibera di trasformazione dalla società, il recesso continua ad essere efficace e sarà regolato dalla disciplina prevista per lo schema societario adottato quando il diritto di recesso è stato validamente esercitato.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/32moPvH
Avatar

Chiara Costantini

Dottoressa in Giurisprudenza con indirizzo "Diritto ed economia delle imprese" presso l'Università LUISS "Guido Carli". Dopo un'esperienza presso lo Studio Legale "Avv. Emanuele Argento" di Pescara, specializzato in...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code