10 novembre 2015

Impugnazione del bilancio della holding contenente operazioni compiute da un amministratore in conflitto di interessi

Non costituisce vizio di bilancio la presenza di oneri per costi non inerenti alla gestione della società, se le operazioni sono riportate con chiarezza, atteso che il bilancio deve riportare il risultato contabile gestionale delle operazioni effettivamente compiute dagli amministratori, anche se in ipotesi siano frutto di scorrettezze dei suoi amministratori o in danno della società e degli interessi degli altri soci.

Il bilancio di una holding rappresenta un documento di sintesi, in relazione al quale i particolari di bilancio delle controllate costituiscono un dettaglio non dovuto, soprattutto se si tratta di bilancio semplificato, che deve fornire non solo ai soci, ma anche ai terzi una immagine chiara della situazione economica della società, situazione che potrebbe venire complicata e resa meno chiara dalla presenza di particolari in eccesso sulla attività delle controllate.

Giovanni Battista Barillà

Professore Associato di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna, Avvocato in Bologna, è autore di articoli e monografie in materia di diritto commerciale...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code