26 maggio 2014

Inadempimento del contratto di edizione per opera da creare e inibizione della pubblicazione di un romanzo con una diversa casa editrice

La consegna di alcuni brevi racconti da parte dell’autore che ha stipulato con la casa editrice un contratto di edizione per opera da creare non esclude 
l’inadempimento contrattuale, tutelabile con l’azione risarcitoria e restitutoria, dovendosi procedere a tal fine a una valutazione comparativa delle caratteristiche delle opere già pubblicate con la medesima casa editrice e gli importi convenuti. Non può essere accolto il ricorso cautelare diretto a inibire la pubblicazione di un romanzo del medesimo genere letterario con un’altra casa editrice, qualora nel contratto di edizione non sia stato indicato il titolo dell’opera e sia trascorso un considerevole lasso di tempo dalla scadenza del termine di consegna, poiché diversamente opinando si limiterebbe illegittimamente il diritto dell’autore di creare e pubblicare nuove opere con altri editori, attribuendo al ricorrente uno ius excludendi illimitato.

manuel.dellinz

Dottorando di ricerca in "Istituzioni e Mercati, Diritti e Tutele" presso l'Università di Bologna, Dipartimento di Scienze Giuridiche, tematica di ricerca: "Diritto delle Società e dei Mercati Finanziari". Cultore...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code