19 dicembre 2016

Invalidità della delibera assembleare di s.r.l. per difetto assoluto di informazione e decadenza del termine previsto per l’impugnazione

È invalida la delibera assembleare per difetto assoluto di informazione ex art. 2479-ter, co. 3, c.c. qualora uno dei soci, (i) per circostanze tecniche fortuite indipendenti dalla sua volontà (ii) e non attribuibili a sua colposa negligenza, non abbia avuto conoscenza alcuna dell’avviso di convocazione dell’assemblea, con compromissione assoluta del suo diritto sociale a intervenirvi consapevolmente, partecipare al dibattito assembleare e votare le proposte di decisione. Infatti, in presenza di prova positiva della mancata ricezione dell’avviso, la regolarità formale della convocazione assembleare, retta sulla presunzione di utile e tempestiva ricezione da parte di ciascun socio dell’avviso di convocazione spedito con le modalità previste dallo statuto, è destinata a venir meno.

In caso di delibera assembleare invalida per difetto assoluto di informazione, l’art. 2479-ter, co. 1 e 3, c.c. riconosce la legittimazione attiva di qualunque interessato e il termine decadenziale per l’impugnativa giudiziale di tre anni, decorrente dalla trascrizione della delibera nel libro delle decisioni dei soci.

gabriele.scaglia

Notaio con sede in Triuggio (MB) e operante in tutta la Lombardia. Dottore di ricerca presso la Scuola di Dottorato "Impresa, lavoro e Istituzioni" dell'Università Cattolica di Milano (curriculum diritto...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code