18 Gennaio 2016

Nozione di azienda. Trasferimento.

Ai sensi dell’art. 2555 c.c. l’azienda è il complesso dei beni organizzati dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa. Il concetto di organizzazione è il fulcro intorno al quale ruota la nozione di azienda perché essa costituisce un complesso di beni eterogenei caratterizzato da una unità di tipo funzionale proprio in ragione del coordinamento e del rapporto di complementarietà tra i diversi elementi costitutivi che l’imprenditore instaura per la realizzazione di uno specifico fine produttivo.

Vi è un’azienda anche quando, ancorché non sussista una produttività in concreto,  vi sia almeno una produttività potenziale, e cioè un’attitudine a produrre che deriva dall’avvenuta organizzazione dei beni.

Deve intendersi cessione d’azienda il trasferimento di un’entità economica organizzata in maniera stabile la quale, in occasione del trasferimento, conservi la sua identità e consenta l’esercizio di un’attività economica finalizzata al perseguimento di uno specifico obiettivo.

Per la ricorrenza di una cessione è indispensabile che i beni oggetto del trasferimento, ancorché non siano tutti i beni propri dell’azienda, conservino un residuo di organizzazione che ne dimostri l’attitudine, sia pure con la successiva integrazione del cessionario, all’esercizio dell’impresa.

Per visualizzare la sentenza devi effetuare la login

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code