31 Dicembre 2014

Nullità di un marchio complesso e natura descrittiva della locuzione “SPA”

L’esame della nullità di un marchio complesso, in quanto composto da due elementi denominativi, si articola su un duplice piano: il primo prende in esame i singoli elementi che compongono il logo; il secondo indaga il brand nel suo complesso, al fine di verificare se la combinazione di tali elementi sia comunque carente di capacità distintiva.

La nullità del marchio non può essere a priori esclusa dall’impiego nel segno di due parole mutuate da idiomi stranieri, trattandosi di circostanza che in sé non ne esclude il carattere generico e descrittivo. La natura descrittiva non può neanche escludersi a monte dalla constatazione che il titolare utilizzi congiuntamente due parole di uso comune.

La locuzione “SPA” è oggi divenuta un termine generico poiché entrata nel linguaggio corrente per indicare prima le attività termali in generale e poi i trattamenti termali, balneoterapici e idroterapici ed ancora servizi per la cura del corpo e della mente (MASSIMA DI SPECIE).

Avatar

Andrea Andolina

Editor

Associate Lawyer presso Clifford Chance, Milano. Collaboro dal 2014 con Giurisprudenza delle Imprese, per cui ho curato la Rassegna di Diritto Industriale realizzata nel 2017. Ho conseguito il Master (LLM) in...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code