11 Dicembre 2018

Oggetto immediato e mediato in caso di cessione di partecipazioni sociali e accertamento tecnico preventivo

La compravendita di una partecipazione in una società di capitali ha come oggetto immediato la partecipazione sociale e solo quale oggetto mediato la quota parte del patrimonio sociale che tale partecipazione rappresenta, sicché le carenze o i vizi relativi alle caratteristiche e al valore dei beni ricompresi nel patrimonio sociale – e, di riverbero, alla consistenza economica della partecipazione – possono giustificare non le azioni edilizie ex vendito, bensì l’annullamento del contratto per errore (attinente ai diritti e obblighi che, in concreto, la partecipazione sociale sia idonea ad attribuire e non al suo valore economico) solo se il cedente abbia fornito, a tale riguardo, specifiche garanzie contrattuali, ovvero nel caso di dolo di un contraente, quando il mendacio o le omissioni sulla situazione patrimoniale della società siano accompagnate da malizie e astuzie volte a realizzare l’inganno ed idonee, in concreto, a sorprendere una persona di normale diligenza.

In tema di istruzione tecnica preventiva non è necessaria la prospettazione formale e compiuta di un’azione nei confronti del destinatario,
perché la strumentalità del procedimento è riferibile alla sola ammissibilità e rilevanza del mezzo di prova nell’eventuale successivo giudizio di merito: essendo pertanto (necessaria ma) sufficiente la rappresentazione della domanda di merito nel suo contenuto essenziale, tale da consentire una valutazione di funzionalità del mezzo istruttorio preventivamente richiesto.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/35ghMVu
Avatar

Carolina Gentile

Dottoranda presso la Scuola di Dottorato "Impresa, lavoro e Istituzioni" dell'Università Cattolica di Milano (curriculum di Diritto Commerciale).(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code