16 Maggio 2015

Opposizione dei creditori alla delibera di scissione

La legittimità dell’operazione di scissione cui ci si oppone deve essere valutata rispetto al parametro normativo di cui all’art. 2445 u.c. cc, per via del combinato disposto degli artt. 2506-ter, u.c., e 2503, c. 2, c.c., parametro consistente nel pericolo di pregiudizio per i creditori.
Il bilanciamento degli interessi che il Tribunale viene chiamato a svolgere fra quello della società di procedere alle operazioni straordinarie ritenute necessarie per il perseguimento dei propri fini sociali e quello dei creditori di non vedere svilita la propria garanzia patrimoniale non può impedire l’operazione quando il patrimonio assegnato alla beneficiaria sia esiguo rispetto al valore del patrimonio che rimane in capo alla scissa.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
https://bit.ly/3rskXpp
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code