26 ottobre 2015

Postergazione dei finanziamenti del socio alla società

Il finanziamento effettuato dal socio alla società deve ritenersi assoggettato al particolare regime di inesigibilità e postergazione previsto dall’art. 2467 cod. civ., là dove i presupposti indicati dalla norma sussistano sia al momento del versamento che della esazione del rimborso.

Il credito del socio al rimborso di finanziamenti effettuati in una situazione rilevante ex art. 2467 cod. civ., proprio in quanto postergato al soddisfacimento di qualsiasi altro credito anche chirografario, deve ritenersi assoggettato non al regime generale del concorso (tale per cui l’eventuale suo pagamento risulti in ultima analisi un mero pagamento preferenziale in violazione della par condicio creditorum e come tale foriero di danno soltanto per i singoli creditori pretermessi e pro quota) ma, nella liquidazione volontaria o fallimentare, a quello proprio del capitale (risolvendosi pertanto in un danno nei confronti di tutti i creditori).

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kDbUlq

Chiara Presciani

Laurea in giurisprudenza con 110 e lode presso l'Università degli studi di Bergamo Dottorato di ricerca in Diritto Commerciale (XXIX ciclo) presso l'Università degli studi di Brescia. Avvocato iscritto all'Ordine di...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code