2 maggio 2017

Potere di convocazione diretta dell’assemblea dei soci di srl

Nel potere dei soci di s.r.l., che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale, di sottoporre alla decisione dei soci determinati argomenti (ex art. 2479, co.1, c.c.), rientra altresì, per via estensiva, il potere di convocazione diretta su quegli stessi argomenti. Tale interpretazione estensiva si deduce dall’art. 2479, co. 1, c.c. che appare norma di garanzia inderogabile, e altresì dall’art. 2479-bis, co.1, c.c. il quale riferendo all’atto costitutivo per la disciplina dei “modi di convocazione dell’assemblea”, pare fare riferimento alle sole modalità di convocazione in senso stretto (mezzo, termini ecc), alla cui mancanza sopperisce quanto previsto dalla seconda parte dello stesso primo comma.

Conseguentemente, non ricorrono i presupposti per un intervento “sostitutivo” del Tribunale per la nomina di un amministratore giudiziario/liquidatore giudiziario in sostituzione del legale rappresentante impossibilitato a svolgere le funzioni di amministratore, laddove l’assemblea sia in grado di funzionare.

 

Diletta Lenzi

Assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Trento. Cultrice della materia presso l'Università degli Studi di Firenze. Già dottore di ricerca presso la Università Ca' Foscari di Venezia, dottorato in...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code