16 Dicembre 2014

Provvedimento cautelare inaudita altera parte in materia di contraffazione di segni notori

Integra il requisito del fumus boni iuris, l’uso di segni notori, senza consenso del titolare, che consente di trarre indebitamente vantaggio dalla rinomanza dei marchi medesimi, costituendo i detti segni distintivi un importante elemento di richiamo per il consumatore. Integra il periculum in mora l’attuale commercializzazione dei beni riportanti i segni notori. Risulta necessario provvedere inaudita altera parte con la concessione di provvedimenti di inibitoria e di sequestro, tenuto conto della necessità di evitare occultamenti o dispersioni dei beni contraffatti.

Per visualizzare la sentenza devi effetuare la login

Andrea Andolina

Editor

Associate Lawyer presso Clifford Chance, Milano. Collaboro dal 2014 con Giurisprudenza delle Imprese, per cui ho curato la Rassegna di Diritto Industriale realizzata nel 2017. Ho conseguito il Master (LLM) in...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code