10 giugno 2016

Risoluzione ex art. 1497 c.c. del contratto di cessione di azienda

Deve ritenersi correttamente pronunciata, ex art. 1497 cod. civ., la risoluzione del contratto per mancanza delle qualità promesse ed essenziali per l’uso a cui la cosa è destinata, qualora l’azienda, trasferita ai sensi dell’art. 2556 cod. civ., sia risultata priva di un elemento essenziale per l’esercizio dell’attività commerciale dedotta in contratto anche se esso non sia stato menzionato tra i beni aziendali (nella specie, non è stato considerato un vizio tale da rendere inidonea all’utilizzo l’azienda – una attività commerciale di pizzeria d’asporto – lo scarso tiraggio della canna fumaria).

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kvEvac

Carmine Di Benedetto

Laurea in Giurisprudenza (110/110 con lode) presso Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano, 2013. Exchange Student presso The George Washington University School of Law, Washington, D.C., Stati Uniti, 2012....(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code