8 febbraio 2017

Sequestro cautelare della prova richiesto dall’amministratore di s.r.l.

La circostanza che il cd. sequestro giudiziario della prova ex art. 670, n. 2), c.p.c., si atteggi come mezzo di tutela cautelare mediato delle situazioni sostanziali comporta che l’apprezzamento del fumus boni juris per l’utile accesso a tale rimedio debba essere condotto non avendo riguardo alla fondatezza della pretesa azionata o azionanda nel giudizio nel quale i documenti sono destinati ad essere utilizzati come mezzo di prova, bensì in termini di rilevanza dei documenti medesimi come strumento di prova e di diritto dell’istante ad ottenerne l’esibizione.

Per la legittimità del sequestro giudiziario ex art. 670, n. 2), c.p.c. è necessario che la prova che si intende acquisire possa ritenersi prima facie utile ai fini che si propone il richiedente, che vi sia controversia sul diritto o meno della parte istante alla esibizione o alla comunicazione e che, infine, sia opportuno provvedere alla custodia temporanea della cosa di cui si chiede il sequestro. In ordine al requisito della utilità della prova, deve escludersi che il giudice possa esigere, al momento di disporre il sequestro, la dimostrazione che le prove da acquisire siano indispensabili e perfettamente concludenti, dato che soltanto nel processo di merito il valore della prova, sia sotto il profilo della concludenza che della indispensabilità, potrà essere compiutamente apprezzato.

Non merita accoglimento l’istanza di sequestro dei libri sociali esperita dall’amministratore di s.r.l. che non dimostri eventualmente di essere stato privato, di fatto, delle prerogative, dei diritti e compiti di spettanza in qualità di componente del consiglio di amministrazione. Egli ha, infatti, in ragione della carica rivestita,  libero accesso ai libri sociali, potendo in ogni tempo procedere alla relativa consultazione ed estrarne copia.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2j2O0NB

Giulia Giordano

Laurea con lode presso l'Università di Bologna; LL.M. International business and commercial law presso King's College London; Diploma di Specializzazione per le Professioni Legali presso Università di Bologna; Junior...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code