3 Novembre 2017

Trattative negoziali nella compravendita di quote sociali e responsabilità precontrattuale

Il Tribunale, dopo aver escluso l’esistenza di un obbligo in ordine alla conclusione dell’operazione di compravendita di quote – alla stregua della letterale formulazione dell’offerta nel caso di specie – ha ritenuto di non ravvisare gli estremi della mala fede nell’abbandono delle trattative da parte dei convenuti. Ha escluso, in particolare, di poter definire meramente pretestuosi  – o comunque contrari a buona fede – i motivi di divergenza emersi nelle trattative negoziali su alcune questioni (quali l’ampiezza delle garanzie, il pagamento differito di parte del prezzo, la definizione di termini e condizioni di obblighi di non concorrenza) del tutto fisiologiche in trattative di tal fatta, secondo ovvi interessi contrapposti delle parti.

Avatar

Camilla Savoldi

Avvocato del Foro di Milano. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca (110L). Dottoranda in Diritto Commerciale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (Scuola di...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code