25 febbraio 2014

Vendita di cosa altrui e sequestro giudiziario

Il contratto di vendita di cosa altrui, così come la promessa del fatto del terzo, non sono requisiti idonei per la concessione di un provvedimento di sequestro giudiziario di partecipazioni sociali, stante l’inidoneità dei negozi citati a costituire titolo di acquisto della proprietà.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kG4P3q
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code