9 dicembre 2016

Competenza territoriale e sezioni specializzate in materia di imprese

Gli artt. 30 e ss. c.p.c. disciplinano le ipotesi in cui più pretese giudiziali avanzate dall’attore nei confronti di uno o più convenuti possono essere trattate in un simultaneus processus, anche in deroga ai generali criteri di competenza.

Qualora invece le domande proposte dall’attore siano equiordinate tra loro, potrà trovare applicazione l’art. 33 c.p.c., in forza del quale le cause contro più persone che a norma degli artt. 18 e 19 dovrebbero essere proposte davanti a giudici diversi, se sono connesse per l’oggetto o per il titolo, possono essere proposte davanti al giudice del luogo di residenza o domicilio di una di esse per essere decise nello stesso processo (nel caso di specie, il Tribunale di Roma, dichiaratosi incompetente ha dichiarato la competenza della sezione imprese del Tribunale di Palermo o, in alternativa, della sezione imprese del Tribunale di Catania).

 

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2uXOk5v
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code