27 Marzo 2019

Recesso da società cooperativa edilizia e condizione del subingresso di un nuovo socio

Le cause e i procedimenti aventi ad oggetto il recesso da società cooperativa rientrano nella competenza funzionale ed inderogabile delle Sezioni Specializzate a prescindere dal valore.

Il recesso di un socio da una società cooperativa, costituendo esercizio di un diritto potestativo, si perfeziona se l’organo amministrativo omette di riscontrare la comunicazione del socio e dunque anche a prescindere da una espressa comunicazione di accoglimento.

Se è ben vero che nelle Cooperative edilizie il rimborso, al socio receduto o escluso ovvero agli eredi del socio deceduto, di quanto versato a titolo di anticipazione sul prezzo di assegnazione dell’alloggio sociale può essere subordinato, temporalmente, all’ammissione ed al subingresso di un nuovo socio in sostituzione di quello receduto, escluso o deceduto, tuttavia, è indubbio che una tale limitazione del diritto alla ripetizione di indebito – diritto normalmente e naturalmente correlato al venir meno di un contratto di scambio – può discendere esclusivamente da apposita previsione statutaria ovvero, in difetto, da specifica ed inequivoca clausola trasfusa nel contratto di prenotazione dell’alloggio sociale ed accettata dal socio con la relativa sottoscrizione.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/30tl3Pt
Paolo F. Mondini

Paolo F. Mondini

Fondatore e Responsabile scientifico

Fondatore e responsabile scientifico del progetto di Giurisprudenza delle Imprese, il prof. Paolo Flavio Mondini è Associato di Diritto commerciale e bancario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza....(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code