23 febbraio 2016

Soci paritetici, “minaccia” di liquidazione e abuso del diritto

La semplice “minaccia” da parte di un socio di addivenire alla liquidazione della società, partecipata paritariamente, non è sufficiente per esperire vittoriosamente l’azione di annullamento per violenza morale, ovvero quella generale di rescissione per lesione di contratti posti in essere tra le parti per superare la situazione di stallo creatasi nella gestione della società.

Giovanni Battista Barillà

Professore Associato di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna, Avvocato in Bologna, è autore di articoli e monografie in materia di diritto commerciale...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code