14 giugno 2013

Acquisto delle azioni del socio di minoranza con il denaro della società e responsabilità dell’amministratore

Deve ritenersi estranea all’oggetto sociale l’attività consistente nell’acquisto da parte dell’amministratore e socio di maggioranza delle azioni del socio di minoranza: di conseguenza quest’ultimo deve essere condannato a restituire alla società le somme spese per il predetto acquisto, che consiste in un inadempimento all’obbligo di conservazione dell’integrità del patrimonio sociale.

Il pregiudizio alle ragioni del creditore, richiesto ai fini dell’azione revocatoria ordinaria, può derivare anche solo dalla modifcazione meramente qualitativa del patrimonio del debitore, tale da rendere più incerta o difficile la soddisfazione del credito.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2ku0AWs
Paolo F. Mondini

Paolo F. Mondini

Fondatore e Responsabile scientifico

Fondatore e responsabile scientifico del progetto di Giurisprudenza delle Imprese, il prof. Paolo Flavio Mondini è Associato di Diritto commerciale e bancario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza....(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code