12 gennaio 2018

Clausola risolutiva espressa e rinuncia alla condizione

Secondo il più recente orientamento della Corte di Cassazione, la rinuncia alla condizione risolutiva espressa comporta “una modifica contrattuale con rilevante alterazione rispetto al precedente negozio”, che conseguentemente deve essere adottata a mezzo di forma scritta (così Cass. n. 22662/2015).

Un più risalente orientamento giurisprudenziale – che non trova applicazione nel caso di specie – ammette tuttavia la rilevanza di una rinuncia tacita alla condizione (Cass. 3740/1979), ma questa deve potersi dedurre da considerazioni non generiche, tali da dimostrare l’esistenza dell’accordo modificativo.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2CC8F8x

Diletta Lenzi

Assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Trento. Cultrice della materia presso l'Università degli Studi di Firenze. Già dottore di ricerca presso la Università Ca' Foscari di Venezia, dottorato in...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code