26 novembre 2014

Contratto preliminare e responsabilità dell’amministratore di società fallita nei confronti del terzo

Qualora un contratto preliminare di vendita di immobili stipulato tra srl (promittente-alienante) e terzo (promissario-acquirente) preveda l’ottenimento di un immobile non gravato in alcun modo da vincoli, l’amministratore unico della società è responsabile, ai sensi dell’art. 2476, co. 6, c.c., per il fatto di aver omesso di utilizzare le somme corrisposte ratealmente dal promissario acquirente in esecuzione anticipata del contratto per liberare l’immobile dall’ipoteca sullo stesso iscritta a garanzia di un debito della società verso la banca.

Il danno va così identificato nel prezzo della vendita che il promissario acquirente ha interamente pagato, qualora quest’ultimo sia stato costretto a insinuarsi al passivo per il relativo credito che risulti, in via concreta e attuale, irrecuperabile.

gabriele.scaglia

Notaio con sede in Triuggio (MB) e operante in tutta la Lombardia. Dottore di ricerca presso la Scuola di Dottorato "Impresa, lavoro e Istituzioni" dell'Università Cattolica di Milano (curriculum diritto...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code