24 luglio 2017

Il periculum in mora nel ricorso cautelare per l’accesso del socio ai documenti della s.r.l.

Il diritto potestativo ex art. 2476, co. 2, c.c., che permette al socio non amministratore di s.r.l. di avere notizie sullo svolgimento delle attività sociali e di consultare i libri sociali e i documenti relativi all’amministrazione, può essere esercitato anche con ricorso d’urgenza per l’emissione di un provvedimento cautelare ai sensi dell’art. 700 c.p.c. A tal fine deve sussistere, in aggiunta al fumus bonis iuris, l’ulteriore requisito del periculum in mora, che può essere individuato nell’ingiustificato procrastinarsi di una situazione di incertezza e di sostanziale impossibilità di ottenere libero accesso a tutta la documentazione sociale.

Pier Paolo Picarelli

Praticante avvocato presso lo studio legale del Prof. Avv. Federico Pernazza.

Segretario della XL Conferenza dei Giovani Avvocati dell'Ordine di Roma.(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code