8 Aprile 2016

Indebito utilizzo del marchio altrui da parte di un’associazione dilettantistica e concorrenza sleale

Per un associazione dilettantistica può affermarsi sia il rapporto di concorrenza, sia la qualifica imprenditoriale in capo alla stessa, potendo rivestire la qualifica di impresa, ove la sua attività si connoti comunque nell’ambito dell’espletamento di un’attività di carattere economico in senso lato.

Avatar

Omar Cesana

Associate

Avvocato iscritto al foro di Milano. Attualmente lavora presso lo Studio Legale Mondini Rusconi, dove si occupa di proprietà intellettuale e food law.(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code