7 novembre 2012

Omessa trascrizione della delibera assembleare di srl, funzione della trascrizione delle delibere assembleari nei libri sociali

L’omessa trascrizione nei libri sociali della delibera assembleare adottata da una società a responsabilità limitata non ne determina automaticamente l’inesistenza; si tratta di un vizio di forma che non inficia la validità o l’efficacia dell’atto, ove sia provata l’esistenza del documento ed il motivo per cui esso non è stato trascritto (nel caso di specie la delibera assembleare non era stata trascritta per una dimenticanza del commercialista).

La trascrizione delle delibere assembleari di una srl nei libri sociali non ha la funzione di rendere opponibile alla società o ai terzi la delibera stessa, ma quella di regolare la vita sociale e consentire la raccolta degli atti sociali. Del resto, la trascrizione delle delibere nei libri sociali non ha funzione di tutela dei terzi, poiché costoro non vantano un diritto a conoscerle, per cui non può ritenersi che si tratti di una forma di pubblicità costitutiva né, tanto meno, dichiarativa.

Non può sostenersi che la delibera ai fini della propria validità e/o opponibilità alla società e ai terzi debba avere data certa, poiché si tratta di un atto non destinato a valere nei confronti dei terzi, ma nei confronti dell’ente stesso che lo ha adottato tramite i suoi organi. Del resto nemmeno la delibera registrata debitamente possiede i requisiti di cui all’articolo 2704 c.c., in assenza di vidimazioni, non più obbligatorie.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kv5HWN
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code