21 maggio 2015

Annullamento del contratto concluso dall’amministratore in conflitto di interessi: carenza di legittimazione del socio

L’annullamento ex art. 2475ter, co. 1, c.c. del contratto di affitto di azienda concluso dall’amministratore della società in conflitto di interessi, per conto proprio o di terzi, e il conseguente sequestro giudiziario dell’azienda affittata, può essere richiesto solo dalla società, dovendosi invece escludere tale legittimazione in capo al socio, il quale può unicamente proporre il diverso rimedio dell’azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore ex art. 2476 c.c. nel caso in cui la vicenda sia dannosa per la società.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2ktZ8U5

manuel.dellinz

Dottorando di ricerca in "Istituzioni e Mercati, Diritti e Tutele" presso l'Università di Bologna, Dipartimento di Scienze Giuridiche, tematica di ricerca: "Diritto delle Società e dei Mercati Finanziari". Cultore...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code