6 Novembre 2017

Decesso del convenuto nelle more del processo; la disciplina del sequestro conservativo in caso di accoglimento parziale della domanda

Nel caso in cui gli eredi del convenuto – deceduto nelle more del processo – rinuncino all’eredità di quest’ultimo, l’obbligazione risarcitoria va posta a carico dell’eredità giacente (intesa quale universitas iuris), che è rappresentata in giudizio dal curatore nominato ai sensi dell’art. 528 c.c. e nei confronti del quale il processo deve essere opportunamente riassunto.

L’accoglimento della domanda per un importo inferiore a quello inizialmente richiesto – e per il quale era stato ottenuto un sequestro conservativo sui beni del convenuto – «non comporta la declaratoria di parziale inefficacia del sequestro (che si avrebbe solo in caso di accertamento dell’inesistenza totale o parziale del diritto di credito cautelato)»; piuttosto, la predetta misura cautelare si converte automaticamente in un pignoramento dei beni sequestrati per la minor somma per la quale il convenuto è stato effettivamente condannato.

Avatar

Enrico Rino Restelli

Avvocato e dottore di ricerca in diritto societario e diritto dei mercati finanziari(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code