Diritto dell’accomandante alla liquidazione della quota

Il diritto del socio a ricevere i beni sociali nella parte a lui spettante è subordinato alla fase della liquidazione, nella quale si possono accertare debiti da pagarsi prima della estinzione. Non sussiste un diritto a ottenere la medesima somma ipotizzabile per esito della liquidazione a titolo di responsabilità. Per poter richiedere l’equivalente ai liquidatori è necessario che non vi siano passività da estinguere e detta inesistenza di passività va comunque allegata.

L’eventuale inattività degli accomandatari, che ben ne giustificherebbe la revoca, non può portare a parlare di danno risarcibile con l’equivalente della quota della società.

Avatar

Giovanni Battista Barillà

Professore Associato di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna, Avvocato in Bologna, è autore di articoli e monografie in materia di diritto commerciale...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code