5 novembre 2015

Impugnazione della delibera assembleare per conflitto di interesse ed abuso di maggioranza

Non sussiste conflitto di interessi nel caso in cui l’amministratore unico nonché socio di maggioranza convochi un’assemblea e approvi un aumento di capitale per far fronte alle problematiche in cui versa la società amministrata, restando irrilevante su questo piano l’eventuale imputabilità delle stesse a responsabilità della condotta gestoria (nella specie, reati di carattere ambientale e inottemperanze amministrative che avrebbero esposto la società a gravi responsabilità e rischi finanziari).

Non sussiste neppure un abuso di maggioranza posto che la delibera di aumento di capitale sociale è impugnabile dal socio di minoranza se riesce a provare di trovarsi in condizione di ristrettezza economica (considerando non solo il reddito ma anche il patrimonio immobiliare) ritenuto che un elemento fondamentale – affinchè sussista l’abuso del socio di maggioranza – risulta essere “la consapevolezza di costui di non poter essere seguito dai soci di minoranza sulla strada della ricapitalizzazione [..] perseguita solo al fine di marginalizzare gli altri soci”.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kCBCV6
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code