30 Gennaio 2018

L’opzione di vendita non viola il divieto di patto leonino: manca l’esenzione assoluta e totale dalle perdite

Nel caso di specie, il Tribunale ha ritenuto infondata la domanda di nullità di un accordo avente ad oggetto una opzione di vendita per il presunto aggiramento del divieto di patto leonino, poiché nel caso concreto il riacquisto a prezzo prefissato di una minima percentuale del capitale sociale non poteva aver avuto l’effetto di esentare la società opzionaria – proprietaria di un numero di azioni ben superiore a quelle per le quali le era stata concessa l’opzione put – in via assoluta e totale dalle perdite.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2MMDqHs
Avatar

Camilla Savoldi

Avvocato del Foro di Milano. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca (110L). Dottoranda in Diritto Commerciale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (Scuola di...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code