18 dicembre 2017

Recesso per giusta causa da Snc in presenza di gestione unilaterale della socia amministratrice

A fronte della domanda giudiziale di accertamento della liceità dell’esercizio del diritto di recesso per giusta causa asseritamente dovuto ad un complessivo inadempimento della socia amministratrice ai propri doveri di rendicontazione e consultazione della socia ricorrente, incombe sulla socia amministratrice – secondo il consolidato e condivisibile orientamento di cui a Cass. S.U. n. 13533/2001 in tema di azione contrattuale, applicabile anche la presente fattispecie riguardante rapporti di esecuzione del contratto sociale – l’onere della prova del proprio adempimento.

 

La gestione unilaterale della socia amministratrice di Snc e, in particolare, il trasferimento della sede legale della società senza alcuna comunicazione all’altra socia, appare di per sé in contrasto con i doveri del socio amministratore di Snc di cui all’art. 2261 c.c. (norma questa dettata per la società semplice ed applicabile anche alle Snc in forza del richiamo di cui all’art. 2293 c.c.), pertanto detta violazione si reputa  idonea ad innescare la reazione della socia ricorrente rappresentata dal recesso per giusta causa.

La giusta causa di recesso va ricondotta (così come per i rapporti di lavoro, di mandato, di apertura di credito, e per tutti quelli cui la legge attribuisca particolari effetti al concetto di “giusta causa”) alla altrui violazione di obblighi contrattuali, ovvero alla violazione dei doveri di fedeltà, lealtà, diligenza o correttezza inerenti alla natura fiduciaria del rapporto sottostante.  (Cfr. Cass. n. 1602/2000).

 

Daniela Russo

Avvocato del Foro di Milano

Laureata in giurisprudenza a pieni voti presso l'Università degli Studi di Parma e abilitata all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Milano. Vanta una preziosa esperienza in diritto...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code