2 Agosto 2016

Responsabilità degli amministratori per illecita prosecuzione dell’attività a seguito della perdita integrale del capitale sociale.

È responsabile l’amministratore di s.r.l. che, omettendo di accertare l’intervenuta perdita integrale del capitale sociale, prosegua nello svolgimento dell’attività aggravando il dissesto.

Nelle azioni di responsabilità nei confronti degli amministratori esercitata dal curatore fallimentare, ai fini della determinazione del quantum risarcitorio è consentito ricorrere al criterio equitativo della differenza tra attivo e passivo fallimentare, quando la mancanza di documentazione contabile impedisca la ricostruzione del nesso di causalità (nel caso di specie, è stato addossato agli amministratori convenuti l’intero passivo fallimentare, posto che non sussistevano voci di attivo e che è stata accertata la mancata redazione dei bilanci nonché la mancanza del libro giornale).

 

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code