CERCA UNA SENTENZA

Trova le sentenze con una ricerca libera o per argomento suggerito:

ricerca
avanzata

(altri criteri di ricerca)

Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:
Registro e codice:

n° progressivo

anno

21 luglio 2014

Illecita utilizzazione di software e quantificazione in ottica deterrente del danno non patrimoniale

Perché l’utilizzazione dei software programmi per elaboratore possa dirsi lecita ex artt. 12 e 12 bis LdA, gli stessi necessitano di una licenza concessa dai titolari, secondo il principio generale per cui una singola licenza autorizza all’uso di un singolo programma per elaboratore.
 E’ pertanto responsabile della contraffazione e violazione dei diritti esclusivi sui software in titolarità dei legittimi produttori di programmi, ai sensi degli artt. 1 e 64 bis LdA,
 colui che utilizza senza alcuna licenza programmi installati sui propri pc.

Ai fini del risarcimento del danno, va fatta applicazione dei criteri previsti ex art. 158 LdA per quanto riguarda la quantificazione del danno patrimoniale, ed ex art. 171 bis LdA per quanto riguarda il danno non patrimoniale. Quanto alla voce relativa al danno patrimoniale, la base di calcolo è rappresentata dal prezzo di ciascun software per il quale non è stata fornita prova dell’acquisto della corrispondente licenza, moltiplicato per il numero di copie di ciascun software rinvenute su PC e server, e/o CD masterizzati ovvero altri supporti idonei allo scopo.

Quanto alla voce relativa al danno non patrimoniale la quantificazione, in un’ottica deterrente, va determinata nella somma pari al danno patrimoniale.

In caso di contraffazione e violazione dei diritti esclusivi sui software in titolarità dei legittimi produttori di programmi, ai sensi degli artt. 1 e 64 bis LdA, per utilizzo degli stessi indebitamente duplicati, va escluso l’ulteriore profilo di illecito in relazione alla violazione dei marchi relativi a detti software; cosí come si ritiene di escludere lesioni ai sensi delle norme sulla concorrenza sleale e sulla responsabilità extracontrattuale di cui all’art. 2043 c.c. .

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/1FE5mDr
oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code

Scopri
CHI SIAMO

Tutte le informazioni su giurisprudenzadelleimprese.it: il curatore, lo staff e il network di competenze che rendono possibile l'esistenza di questo portale.

Grazie al
PATROCINIO di:

Associazione
Disiano Preite

per lo Studio
del Diritto
delle Imprese

Seguici!

Iscriviti alla newsletter:

(trattamento dati)

oppure su:

Sostienici

Si ringrazia:

logo Marchi & Brevetti Web

Se ritieni utile il servizio

link sostienici