13 luglio 2015

Controversia in materia di informazioni riservate

Se l’elenco della clientela può in astratto ritenersi informazione riservata e tutelabile dell’imprenditore, tale riservatezza non può essere opposta al soggetto i cui prodotti sono distribuiti e neppure al nuovo distributore, rispetto al quale esiste, al contrario, un onere di collaborazione, che affianca l’obbligo del produttore di fornirgli i nominativi dei clienti acquisiti, al fine di proseguire l’attività senza soluzione di continuità, nell’interesse della clientela.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kD4Cy9

Valentina Borgese

Dopo aver conseguito la laurea presso l'Università di Palermo (oggetto della tesi: Le reti d'impresa; relatore Prof. Rosalba Alessi), ha svolto il Tirocinio presso la Sezione Impresa A del Tribunale di Milano...(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code