24 ottobre 2012

Sequestro conservativo e intervento del creditore

Deve ritenersi ammissibile in un procedimento cautelare di sequestro conservativo l’intervento (ad adiuvandum societatis) del creditore della società convenuta (nella specie: il sottoscrittore di un prestito obbligazionario), in quanto volto a tutelare il proprio interesse a non veder diminuita la propria garanzia generica data dal patrimonio sociale.

Per un accesso veloce a questo contenuto
usa lo shortlink:
http://bit.ly/2kGNqrn
Paolo F. Mondini

Paolo F. Mondini

Fondatore e Responsabile scientifico

Fondatore e responsabile scientifico del progetto di Giurisprudenza delle Imprese, il prof. Paolo Flavio Mondini è Associato di Diritto commerciale e bancario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza....(continua)

oppure usa questo QR code:
Scan the QR Code