Articolo:

trova le sentenze che si riferiscono ad un particolare articolo del codice:

Data:

trova le sentenze pubblicate ufficialmente in una data specifica o in un periodo:

da a

Ente giudicante e luogo:

Registro e codice:

n° progressivo

anno

hai cercato per: Marta Mameli
12 Novembre 2016

Provvedimento cautelare atipico di restituzione dell’azienda e periculum in mora

Il provvedimento cautelare ex art. 700 c.p.c. di restituzione dell'azienda può essere concesso - anche inaudita altera parte - qualora, nell'ipotesi di cessione d'azienda con riserva di proprietà, l'acquirente si renda inadempiente non soltanto nei confronti del venditore, bensì anche nei confronti del proprietario dei locali aziendali (determinando l'emissione di un provvedimento di sfratto per morosità): è integrato, infatti, il presupposto ... [ Continua ]
3 Febbraio 2017

Principio della unitarietà dei segni e misura cautelare ex art. 700 c.p.c.

In virtù del principio della unitarietà dei segni, il ricorrente ex art. 700 c.p.c. ha il diritto di tutelarsi contro chi adotti nomi identici o similari, se pure con riferimento a segni distintivi diversi. Tuttavia, la misura cautelare ... [ Continua ]
8 Gennaio 2017

L’onere probatorio in caso di contumacia

La contumacia è un comportamento neutrale cui non può essere riconosciuta valenza confessoria né non contestativa dei fatti allegati, pertanto in capo all'attore ... [ Continua ]
26 Settembre 2016

Necessità di una espressa delibera di rinuncia o transazione dell’azione sociale di responsabilità

Nelle S.r.l. la rinuncia e la transazione dell'azione di responsabilità nei confronti degli amministratori devono essere deliberate espressamente dalla maggioranza qualificata prevista per legge, non potendo queste ultime essere desunte ... [ Continua ]
1 Novembre 2016

Perdita di efficacia del sequestro conservativo per inesistenza del diritto a cautela del quale il provvedimento è stato disposto

Il provvedimento di sequestro conservativo concesso a tutela del diritto di credito alle restituzioni e alle ripetizioni dei pagamenti indebiti in relazione alla domanda di merito di nullità del contratto, perde la sua efficacia - integrando l'ipotesi disciplinata e prevista dall'art. 669 novies cpc - qualora dall'accoglimento ... [ Continua ]
21 Gennaio 2017

Domanda di risoluzione di un contratto definitivo di compravendita di partecipazioni sociali per inadempimento di obbligazioni contenute nel solo contratto preliminare

Quando le parti addivengono alla stipula di un contratto definitivo, è quest'ultimo - di regola -  a costituire l'unica fonte dei diritti e delle obbligazioni inerenti al negozio voluto: ciò in virtù del principio di presunzione di conformità ... [ Continua ]
22 Gennaio 2017

Decadenza dal beneficio del termine e diritto del creditore di esigere immediatamente la prestazione

La clausola di decadenza dal beneficio del termine, contenuta in un contratto di contestuale cessione di azioni e di credito, troverà applicazione limitatamente al mancato pagamento del prezzo di vendita delle azioni ovvero del prezzo di cessione del credito, se - dall'interpretazione del contratto - risulti che l'intenzione delle parti era nel senso di disciplinare in maniera separata le due obbligazioni, prevedendo ... [ Continua ]
6 Febbraio 2017

Contraffazione del marchio di impresa, concorrenza sleale e risarcimento del danno

La tutela del marchio di impresa registrato opera sia in caso di identità, sia in caso di somiglianza tra il marchio di impresa e il segno e tra i prodotti o servizi, ed è finalizzata a scongiurare il rischio di confusione tra i prodotti, che si sostanzia nella ... [ Continua ]

Accettazione del recesso del socio per facta concludentia

Il recesso del socio di una società cooperativa, anche in assenza di una formale delibera di accettazione, è valido ed efficace, là dove la società lo accetti per facta concludentia (nel caso di specie, la società cooperativa convenuta ... [ Continua ]
25 Agosto 2016

Nullità della clausola statutaria di esclusione del socio per genericità

E' affetta da nullità, rilevabile d'ufficio fino alla precisazione delle conclusioni, la previsione statutaria di esclusione di un socio dalla compagine sociale quando si limiti ad enunciare una clausola generale (nel caso di specie: quando il socio "non sia più in grado di concorrere al raggiungimento degli scopi sociali") senza ... [ Continua ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi tutti gli aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta.